Cardinal Martini: «Sognavo una chiesa giovane»


«La Chiesa è rimasta indietro di duecento anni.
Come mai non si scuote?
Abbiamo paura?
Paura invece di coraggio?»



Il 31 agosto 2012 è scomparso il cardinale Carlo Maria Martini: un uomo da sempre al servizio della Chiesa, per la quale auspicava un’apertura all’ascolto, alla modernità, al cambiamento; uno dei pochi capaci di un dialogo reale con il mondo laico e con le sue problematiche. Che ne sarà del suo insegnamento?
Monsignor Luigi Bettazzi, don Andrea Gallo, Vito Mancuso e Giuliano Pisapia hanno avuto modo di conoscerlo durante la propria vita, e oggi ci offrono la loro testimonianza sulla figura e l’eredità del cardinale, affrontando attraverso il suo ricordo i temi più attuali del dibattito civile e religioso contemporaneo.

Può sembrare strano che, per una persona laica come sono io, il pensiero e le parole di Carlo Maria martini abbiano esercitato un’influenza spesso decisiva su scelte fondamentali della mia vita non solo privata ma anche pubblica. Laicità, ne sono convinto, significa anche essere attenti e rispettosi del credo e della fede di chi laico non è. Tanto è vero che l’insegnamento del cardinal Martini mi ha accompagnato non solo nella campagna elettorale per diventare sindaco di Milano, ma anche in non poche scelte che ho fatto prima da parlamentare e poi da sindaco.

[Estratto dell'intervento di Giuliano Pisapia contenuto nel libro Ho sognato una chiesa]

Carlo Maria Martini è nato a Torino nel 1927. Dal 1979 al 2002 è stato arcivescovo di Milano, attento a temi di drammatica contemporaneità come l’eutanasia, le coppie di fatto, le diseguaglianze di genere, e aprendo la discussione sulla necessità per la Chiesa di riconoscere i propri errori e percorrere un cammino di radicale cambiamento. Esperto di esegesi biblica e teologia, ha dedicato grande attenzione anche al dialogo con le altre religioni, in particolare con l’ebraismo. È morto a Gallarate il 31 agosto 2012. Ai suoi funerali hanno partecipato oltre ventimila persone, tra religiosi e laici, e molte di più hanno omaggiato la sua salma.

HO SOGNATO UNA CHIESA.
L’eredità della vita e del pensiero del cardinal Martini

Prefazione di Ignazio Marino
con gli interventi di: Mons. Luigi Bettazzi, Don Andrea Gallo, Vito Mancuso, Giuliano Pisapia
A cura di Elisa Rinaldi
9788866260479 – € 9,50

Articoli correlati:

0 Responses to “Cardinal Martini: «Sognavo una chiesa giovane»”


  • No Comments

Leave a Reply